Un mostro qualunque

in #discovery-it3 months ago (edited)

Sbatti il mostro in prima pagina, anche perché se trovi un mostro puoi vendere più copie, attirare views e click che per le agenzie di pubblicità sono dobloni.

Ecco che nella triste vicenda di Alex Zanardi per motivi ancora da comprendere è finito contro un camion, nella logica giornalistica stona. Il campione a cui tutti, giustamente, hanno dedicato atti di stima nei suoi confronti non può essere andato contro un camion, semmai il contrario.

Ma questo non combacia con la verità raccontata sin da subito dai testimoni, il camion era nella sua corsia, anzi ha persino tentato di spostarsi ulteriormente a destra per evitare l'impatto in quelle frazioni di secondo quando ha compreso che qualcosa non quadrava.

Purtroppo la legge italiana prevede una sua procedura che appare in questo caso ingiusta. Al camionista è stato fatto il test per sostanze alcoliche e stupefacenti, a cui è risultato negativo. Oltre a quello è iscritto nel registro degli indagati per lesioni gravi e il camion è stato sequestrato. A cui va aggiunta da parte dello stesso il patrocinio di un legale di fiducia che in questi casi è un passaggio praticamente dovuto per non trovarsi nei pasticci solo per non aver capito il legalese del comma x nell'articolo y.

Schermata 20200621 alle 13.51.37.png

Quindi a livello giornalistico, al di là dell'apprensione per Zanardi di cui tutti ci auguriamo possa vincere anche questa durissima battaglia, bisogna trovare il marcio che non c'è, bisogna trovare il mostro qualunque. Ci pensa il giornalista del Corriere della Sera che ci delizia con "Cosa ci faceva li un camion mentre passava Zanardi" e poco sotto nell'occhiello "E' la domanda che ci rimbomba in testa da venerdì". A meno che il giornalista stesso non sia andato a sua volta a sbattere contro un camion pure lui, già qualche ora dopo si sapeva che quella non era una gara ciclistica e la strada era aperta. Quindi il camionista e il suo camion stavano lavorando come chiunque in un giorno feriale.

D'altronde quando non puoi dire una cosa ma ti piacerebbe il contrario, che fai? si invertono i ruoli, il signor qualunque perché passava di li proprio quando c'era la vittima? La domanda che poi non è tale, sotto intende un'affermazione tendenziosa e persino falsa in questo caso. Ovvero induce a credere nel lettore che il camion non potesse transitare su quella strada o che avesse violato qualche regola/legge.

Il vero mostro qua è il giornalismo italiano...

Aggiornamento:
E dopo il Corriere non poteva mancare la Repubblica, notare il titolo, "il camionista che lo ha investito" mentre poi nel corpo dicono chiaramente che "si è schiantato".

Schermata 20200621 alle 18.13.30.png

Sort:  

Articolo gilettiano.
Italiano.
Contemporaneo.

Non il tuo, quello del corriere.

Un mostro a 1000 teste purtroppo. Realtà e fantasia sono oramai indistinguibili.

Eh ma questa era la scuola berlusconiana, quando dovevano difenderlo dall'indifendibile facevano così, invertivano vittime e carnefici.


This post was shared and voted inside the discord by the curators team of discovery-it
Join our community! hive-193212
Discovery-it is also a Witness, vote for us here