19 Settembre Merge di Ethereum - Devo fare qualcosa?

in Olio di Balena3 months ago

Buona domenica a tutta la community di Olio di Balena!

Tanti amici mi stanno scrivendo in questi giorni perché gli exchange gli stanno inviando avvisi sul prossimo Merge che avverrà sulla blockchain di Ethereum il prossimo 19 settembre.
In particolare, ho notato che la domanda più ricorrente è: "devo fare qualcosa in vista del Merge?"
E allora in questo articolo voglio condividere la risposta con tutta la community, sperando che possa essere utile e informativa per tutti voi!

merge.jpg

Merge di Ethereum: devo fare qualcosa?
Per farla breve, NO, non dovrai fare nulla in vista del Merge, sia che tu abbia i fondi su un exchange che direttamente on-chain (sulla blockchain di Ethereum).
Gli exchange, come Binance, stanno informando i propri utenti della sospensione di depositi e prelievi durante le ore in cui avverrà il merge. Sospensione dei depositi e dei prelievi che durerà poche ore e che ha come fine quello di evitare che gli utenti inviino crypto proprio durante il momento del Merge e che quindi ci sia rischio di perdere i fondi durante le operazioni di merge.
Quindi noi utenti non dovremo fare alcuna operazione, l'aggiornamento avverrà automaticamente e non necessita di alcuna operazione da parte degli utenti.

In parole povere, cosa cambia col merge di Ethereum?
Con il Merge vedremo finalmente la fusione tra il vecchio meccanismo di consenso di Ethereum (Proof Of Work - POW) e il futuro meccanismo di consenso di consenso di Ethereum (Proof Of Stake). Quindi per un primo periodo i due algoritmi di consenso coesisteranno e solo dopo le successive fasi la blockchain di Ethereum sarà una chain esclusivamente Proof Of Stake.
Si passerà quindi da un meccanismo di consenso basato sulla potenza computazionale (il POW è la tecnologia alla base del mining di Bitcoin) ad un meccanismo di consenso basato sui validatori (nel POS i validatori bloccano in staking un certo quantitativo di coin per avere il diritto di validare le transazioni).
Questo passaggio dal punto di vista tecnologico comporterà un aumento della scalabilità del network di Ethereum, che nel lungo termine renderà meno costose e più rapide le transazioni sulla blockchain di Ethereum. Ma non sono gli unici vantaggi del passaggio al Proof Of Stake:i sistemi POS sono notoriamente più sostenibili dal punto di vista ambientale, dato che non necessitano di grandi quantità di energia per convalidare le transazioni, a differenza dei sistemi POW come Bitcoin.
In più, il passaggio a POS renderà Ethereum deflazionario, andando a modificare la tokenomics e in particolare l'offerta totale di coin ETH. Verranno bruciati tanti Ethereum e questo farà in modo che nel lungo termine saranno più gli Ethereum bruciati di quelli che verranno nuovamente creati.
Ciò che sarà invece da valutare è la sicurezza del network una volta completato il passaggio a POS. Nella letteratura del settore crypto, il meccanismo di consenso considerato da sempre più sicuro è il Proof Of Work, ma c'è anche chi sostiene che i sistemi POS siano ugualmente sicuri. Staremo a vedere, secondo me questo passaggio ad un sistema Proof Of Stake darà i suoi frutti nel lungo termine, in quanto risolve due grandi problemi della blockchain di Ethereum: scalabilità e sostenibilità.